Storia Misericordia Impruneta

 La nascita, la vita della Confraternita di  Misericordia di Impruneta          

 30 maggio 1844

Gli atti ufficiali della nostra Confraternita si aprono con una premessa, intitolata “Narrazione dell’Erezione” nella quale si riassume il lungo lavoro preparatorio per dar vita all’associazione. Inizia così:

“Gli Illustrissimi rappresentanti la Venerabile Opera della nostra Propositura nella loro adunanza del 30 maggio 1844 venuti in cognizione non essere nel Paese provvedimento alcuno per il conveniente e comodo trasporto dei poveri malati al Pubblico asilo di infermità e per sovvenire ai disgraziati colpiti da infortunio fuori della loro abitazione, si proposero di erigere la Confraternita di Misericordia in servizio della Propositura stessa e del suo Plebato.

           

Primi provvedimenti furono:

  1. a) Chiedere “al regio Trono”, quello del granduca di Toscana Leopoldo II, detto “Canapone” dai Fiorentini, “le opportune facoltà” cioè le necessarie autorizzazioni;
  2. b) domandare alla Comunità del Galluzzo “una sovvenzione”, in vista della pubblica utilità;
  3. c) incaricare l’ing. Leopoldo Pasqui di redigere un provvedimento di spesa per la costruzione della lettiga su ruote, del cataletto ed altre attrezzature necessarie, nonché la preparazione di una sede, da ricavare nei locali annessi alla Chiesa messi a disposizione dell’Opera della Propositura.

Come ben si vede i promotori si proponevano, prima di procedere alla costituzione e alla raccolta di adesioni, di preparare le condizioni necessarie perché la Confraternita potesse essere fin dall’inizio operativa. Probabilmente questo lavoro preparatorio era reso indispensabile anche dalle condizioni di vita della popolazione a quei tempi: infatti accanto ad un analfabetismo largamente diffuso, si avevano difficoltà di comunicare e quindi anche la ricerca di consensi e adesioni postulava una lunga fase di di diffusione di porta a porta, sostenuta da realizzazioni che confermavano coi fatti le intenzioni. Insomma si procedeva ad educare in maniera concreta i cittadini al dovere di soccorrere reciprocamente anche con la preparazione dei mezzi necessari. L’organizzazione comunque, anche se con tempi lenti, almeno secondo le nostre mentalità attuali, procedeva.

L’ing, Leopoldo Pasqui, con sua realizzazione datata 30 novembre 1844, comunicò ai promotori che la spesa per l’approntamento dei locali e per l’acquisto dei mezzi di soccorso ammontava a £ 4.389, cifra che oggi fa sorridere, ma che non era certamente indifferente in quegli anni. Iniziò quindi la ricerca di fondi.

La Comunità del Galluzzo, di cui la “Regia Podestà ”il dottor Stanislao Bocciarelli, “in vista della pubblica utilità, con suo Partito del di 27 marzo 1845” concesse una concessione di £ 700 “per una solo volta”, sovvenzione debitamente approvata da “S.A.I. E Reale” con suo Rescritto del 16 giugno successivo”.

La raccolta si prolungò nel tempo, perché la cifra necessaria non era di poco conto e le diponibilità di denaro erano assai limitate.

L’importo totale delle offerte raggiunse £ 2.800; i promotori decisero allora di richiedere al “Regio Trono” l’autorizzazione a raccogliere nel territorio della Pieve non solo soldi, ma anche “liquidi” (olio, vino) e cereali. In una successiva riunione dei promotori della costituzione della Misericordia, alla quale parteciparono i componenti dell’Opera della Chiesa, il Proposto Giovan Battista Benci e i nove Canonici del Capitolo, fu deciso di costituire una deputazione composta da un Presidente, un Provveditore, un Camarlingo, un Ingegnere Direttore dei lavori, un direttore della questua, un Sindaco, un Segretario;

Il Proposto Benci  Presidente

Angelo Ariani                    Provveditore

Angelo Soderi                    Camarlingo

Leopoldo Pasqui              Ingegnere direttore dei lavori

Il Canonico

Pasquale Nuti                   Direttore della questua

Il Canonico

Emilio Groppi                    Sindaco

Il Canonico

Andrea Soderi                   Segretario

 Gli intervenuti procedettero anche a fissare le attribuzioni dei singoli componenti la Deputazione che sarebbe rimasta in carica “finché non sia arrivata la Confraternita”.

Il primo novembre benché fosse sempre in corso l’organizzazione della Confraternita, fu attivato il servizio di trasporto dei malati all’Ospedale con la lettiga a ruote.

Il segretario della Deputazione, canonico Andrea Soderi, provvide a inviare il testo della Costituzione della Confraternita alla Segreteria del Regio Diritto del Granducato che lo approvò con rescritto del 9 febbraio 1848. L’approvazione della Curia Arcivescovile di Firenze avvenne il 18 aprile dello stesso anno. Finalmente si arrivò alla costituzione della Confraternita.

Queste le origini lente, ma tenaci di una istituzione che nei luoghi anni della sua esistenza non ha mai tradito i fini preposti, ha operato fra la gente e con la partecipazione della gente, superando i momenti difficili che non sono mai mancati. Basti pensare al lungo travaglio per raggiungere l’unità nazionale, alle guerre coloniali, ai due conflitti mondiali.                           

   (Prof. Giuseppe Pieraccini)  

 confratello della misericordia di Impruneta

già Preside del plesso scolastico di Impruneta 

 

 1847  – novembre  iniziano i primi trasporti all’Ospedale di Firenze.

 

1848 18 Aprile  vengono approvate dall’Arcivescovo Ferdinando Minucci le costituzioni della Confraternita di Misericordia della Propositura Collegiata di Santa Maria a Impruneta.

1849 Inizia l’attività Ufficiale del Campo Santo della Misericordia sul Monte delle Sante Marie dove ancora oggi si trova il Cimitero delle Sante Marie.

(come si presentava allora ed il progetto di ampliamento).

(Archivio Misericordia)

1848 22 ottobre si registra un ferito alla millenaria Fiera di San Luca soccorso dai Confratelli e ospitato in una casa di un signore imprunetino per le cure prestato da un medico.

1850 Novembre  Si Festeggia San Tobia Patrono della Misericordia di Impruneta

1861 REGNO D’ITALIA    si cambia da lira Toscana a Lira Italiana e la misericordia ha dei costi fissi  ormai pagati su base annuale: trasporto malati emolumento del Servo, campanaio Dottore, si raccolgono sempre offerte e parte dei ricavi provengono dalla tumulazione al Cimitero delle Sante Maria (4 Lire per tutti) e le quote dei Confratelli.

1880 Si promulga un Regolamento del Campo santo delle Sante Marie con le tasse di ammissione.

I trasporti al CampoSanto delle Sante Marie vengono fatti in carrozza trainati da cavalli, possibilmente neri, come descritto nel regolamento interno della misericordia battuto a macchina e trovato nel nostro archivio, una curiosità i “trasporti” delle salme  sono divisi in Classi  prima e seconda.

 

 1900 29 Agosto Il Comune del Galluzzo chiede alla Misericordia di presenziare alle onoranze Funebri di Umberto I   Re d’Italia.

1920 si riprende la processione verso il monte delle Sante Marie a Chiusura del Mese mariano di maggio come tradizione voleva, detta tradizione inizio nel 1713 quando la Madonna dell’Impruneta fu nominata ”Liberatrice della Toscana”. Quindi la sacra Immagine veniva portata sul monte per benedire la Toscana. Nel 1920 la Sacra Immagine fu incoronata, a ricordo di questo evento fu ripristinata la Processione al Monte delle Sante Marie.

1929 La Misericordia Acquista la sua Prima AUTOLETTIGA  A MOTORE, fiat 507,

in questo stesso anno nasce il Comune di Impruneta.

 

1931 Acquisto della prima AutoFunebre per il trasporto delle Salme al Cimitero delle SS.Marie.

 

 1940-1945 La seconda Guerra Mondiale, Il ministero della Guerra requisisce tutti mezzi dalle misericordie ed anche alla misericordia di Impruneta vengono requisiti i mezzi in suo possesso per mandare al fronte.

 

 

Via della Fontee centro storico

Impruneta al passaggio della Guerra

1945 finita la guerra un mezzo militare viene acquistato dalla popolazione di Impruneta per la Misericordia che riprende le sue funzioni in mezzo a non poche difficoltà.

 

Alla fine del Conflitto che ha messo in ginocchio il nostro paese,  la ripresa della misericordia è molto difficile, lo si capisce da questa lettere del Provveditore Martino Capecchi, nel gennaio del 1948,  alla popolazione che chiede aiuto per il mantenimento dei servizi della misericordia , visti i pochi soldi a disposizione e il caro prezzo della benzina .

 

 Negli anni avvenire la situazione migliora grazie allo sforzo della popolazione tanto che nel

 1953

22 Novembre nella Festa di San Tobia si Inaugura una Nuova Ambulanza.

 

 1955 29 Maggio si inaugura una nuova auto funebre la seconda della Misericordia di Impruneta per il Trasporta al Campo Santo delle SS.Marie, i Conti della Gherardesca donarono la loro auto per essere trasformata in autoFunebre.

1963 14 Giugno Uffizio Funebre di Sua Santità Giovanni XXIII.  A cui partecipano i confratelli e le consorelle della Misericordia.

 1964  21 giugno Inaugurazione nuova Ambulanza .

1967 Maggio Prima Festa del Malato che si ripete ogni anno nel mese di maggio dove la nostra Confraternita è impegnata e organizzatrice dell’evento con Unitalsi e Parrocchia.

 

1969 27 aprile   Si inaugura il nuovo Carro funebre nella Basilica di Santa Maria, costruito su auto Fiat 2300.

 


1970      17 Febbraio   Prime donazioni di sangue di un gruppo imprunetino da cui nasce poi il gruppo Fratres, un gruppo tutt’oggi molto attivo sul territorio.

GRUPPO FRATRES Impruneta

  

1974 novembre si inaugurano due nuove autoambulanze una fatta da automezzo fiat 2300 e l’altra su Fiat 238 furgonato.

 1979  maggio Inaugurazione ampliamento Sede della Misericordia di Impruneta,

fino al 1979 era solo piano terra fu aggiungo tutto il primo piano in questo Ampliamento

benedice i Locali il Cardinale Giovanni Benelli Arcivescovo di Firenze

 1980      Festa  di San Tobia i servizi della Misericordia crescono ancora.

1985      Festa san Tobia si inaugura anche una autovettura per il trasporta dei feriti su fiat 132 . e altri 238 Benedetti da Don Giulio Cesare Staccioli.

inaugurazione nuova ambulanza inaugurazione nuova ambulanza inaugurazione nuova ambulanzainaugurazione nuova ambulanza

1986 Giugno Udienza della Misericordia Impruneta dal Santo Padre Giovanni Paolo II.

vestizione

1986      I primi Fiat ducato vengono inaugurati come Ambulanza alla Misericordia di Impruneta, in questa occasione benedetti dal Priore di Novazzano (svizzera ) gemellato con Impruneta.

vecchia ambulanza

1988 22 maggio Pellegrinaggio Nazionale delle Misericordie e Gruppi Fratres  d’Italia a Impruneta.

coperina                     .

1988  San Tobia Nuovi Capi Gardia e Premiazioni Donazioni Sangue.

foto foto

1991

gennaio  nasce in seno alla Misericordia di Impruneta il Gruppo di Protezione Civile da un’ idea di Giorgio Macchi per avvicinare i giovani alla Misericordia e al servizio verso gli altri nel settore dell’ emergenze di massa.

gruppo prot. civile

 

1991      La misericordia acquista la sede di via della Fonte Impruneta.

1992

settembre Pellegrinaggio della Diocesi di Firenze alla Madonna dell’Impruneta guidato dal Cardinale Silvano Piovanelli, Arcivescovo di Firenze  alla fine del Sinodo, servizio della Misericordia di Impruneta e della neonata Protezione civile.

1992      Ottobre  La protezione civile interviene nell’esondazione del fiume Greve in località Tvarnuzze e poi

partecipa all’alluvione nel comune di  Poggio a Caiano.

 1992      Nasce da una costola della Misericordia di Impruneta la Sezione di Pozzolatico.

1993      Misericordia e Protezione Civile consegnano aiuti umanitari raccolti in Paese in Bosnia.

1994      La Protezione Civile Partecipa all’alluvione di Alba in Piemonte.

1994      La misericordia di Imporuneta offre un nuovo servizio  il poliambulatorio dove Medici e specialisti effettuano visite specialistiche, nella sede di via della Fonte 3 Impruneta.

1996      Protezione Civile alluvione in Versilia.

1997      Protezione Civile alluvione a Camaiore e Trino Vercellese.

1998      Novembre San Tobia la Misericordia di Impruneta festeggia il suo 150 anno di vita, Con una Solenne Celebrazione nella Basilica di Santa Maria in occasionme della Festa di San Tobia e  con una serie di Concerti nel Cinema e piazza Buondelmonti.

1999      La protezione civile partecipa all’emergenza profughi in albania qui il riconoscimento della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

attestato

2000      Chiamata ad operare con la Confederazione delle Misericordie al Giubileo del 2000 a Roma.

2000      Febbraio  Il gruppo Fratres Impruneta festaggia i suoi  30 anni di attività, nel corso del trentennio ben 5500 flaconi in poco più di 120 giornate.

fratres

2001      Donazione del Sangue del,Gruppo Fratres raggiungono ,oltre  300 donazioni. si coinvolge il pase in tutte le sue associazioni.

volantino fratres

2003      Maggio Inaugurata la Statua di Cristo Redentore al Cimitero delle SS.Marie donata dalla Ditta Mital opera di Luigi Mariani.

2004      Protezione Civile partecipa  a vari allagamenti in Napoli città.

2005      Misericordia e protezione Civile sono Chiamati attraverso al Confederazione delle misericordie a contribuire ai vari servizi in occasione delle Esequie di Sua Santità Giovanni Paolo II ed a seguito elezione di Benedetto XVI.

2007      La protezione Civile partecipa ad un Esercitazione di Protezione Civile Nazionale.

2008      Lavori di ristrutturazione,  ampliamento, restauro  del Cimitero delle Sante Marie inaugura in novembre il Cardinale Giuseppe Betori, Arcivescovo di Firenze.

2009      La Protezione Civile parte per l’Abruzzo in seguito alle scosse di Terremoto.

2010      A Seguito del Terremoto in Umbria e Marche partono equipaggi di protezione civile.

2011      la protezione Civile di Impruneta organizza una esercitazione sul territorio comunale di Impruneta dove partecipano moltissime Misericordie.

Sempre ad  impruneta interviene per una fuga di gas dalle tubazioni in località Sassi neri.

Festa di San Tobia si inaugura mezzi per il trasporto Socio-sanitari

 

2012 Novembre  San Tobia inaugurazione  Nuova Ambulanza Fiat Ducato e   Jeep per la Protezione civile.

interno ambulanzamezzo fuoristrada prot. civile

2012  Terremoto in Emilia Romagna intervengono i nostri equipaggi di Protezione civile.

attestato di partecipazione

Piogge Torrenziali in Albania anche qui interviene nostra squadra

Allagamenti nel territorio Comunale di Impruneta

 2013      Una grossa frana in via imprunetana per Bagnolo i mezzi della misericordia e protezione Civile di Impruneta operano per vari giorni.

2014 novembre nella festa di San Tobia inaugurato nuovo mezzo Mitsubishi L 200 per la protezione Civile.

foto di tutti i volontari

2014      La protezione Civile interviene  per varie eventi alluvionali a Tavarnuzze e partecipa anche ai Mondiali di Ciclismo organizzati a Firenze.

2015 26 Aprile  La Banca di Credito Cooperativo di Impruneta  nel suo centesimo ,anno di attività dona una nuova Autoambulanza fiat Ducato Maxi alla Misericordia di Impruneta che festeggia il 170 anno di Fondazione, mezzo benedetto da Mons. Luigi Oropallo.

 benedizione ambulanza benedizione ambulanza

2016 maggio 25 anni dalla Fondazione della Protezione civile della Misericordia di Impruneta  e inaugurazione nuovo mezzo 4×4.

gruppo prot. civile

2017  La sezione di Pozzolatico festeggia il 25 anno di attività.

2017  Terremoto e neve in Marche ed Umbria i nostri volontari sono intervenuti con vari squadre.


In questo lungo periodo la Misericordia ha prestato a tutti il suo servizio, con i limiti che son rappresentati dalla natura umana dei volontari, ma sempre con generosità e sacrificio. Va inoltre sottolineato che, benché sia sorta per l’aiuto alla popolazione locale non solo ha progressivamente allargato l’ambito dei suoi interventi, ma ha esteso la sua partecipazione  agli eventi disastrosi che hanno colpito la Nazione. A take proposito, corre l’obbligo di ricordare, accanto a tutti i volontari, uomini e donne che assicurano costantemente il servizio, il gruppo di Protezione Civile che in diverse occasioni, hanno dato una qualificata opera di soccorso alle popolazioni colpite.

                                                         

  Iddio ve ne Renda Merito

 

tutti gli interventi nell’anno 2016